Now Playing Tracks

'm'han detto che devo imparare a ridere, a essere felice, a farmi da mangiare e a dormire. il tutto con moderazione, senza esagerare, senza far rumore, perchè se sveglio la mia coscienza, quella lì mi viene a cercare, e son cazzi. mi han detto che ognuno di noi ha quel che da, ok, vuol dire che avanza qualcosa, senza sapere cos'è. ma so che è lì fuori, da qualche parte, e andrò a prendermela prima o poi. m'han detto che le botte di culo servono si, ma anche le botte e basta vanno prese e incassate, perchè a farti crescere ragazzo, son quelle che ricevi e non quelle che dai, e i lividi vanno colorati, per non dimenticarli mai. e bisogna allenarsi a cadere, perchè solo così ci si potrà rialzare. e mi raccomando, senza farsi aiutare, perchè è da soli che ce la dobbiamo fare, perchè mica gli altri ti stanno ad aspettare. e resteremo immobili come roccie sotto la tempesta, ma col sole in fronte, e correremo sempre più veloci, come un'onda che travolge quel che tocca, e poco importa se mai impareremo a volare, del resto cosa ce ne frega del cielo? è qui, proprio qui che vogliamo stare.
ieri giovani, domani uomini, ma oggi in cerca perenni di un brivido che possa cambiare, che tutto possa cambiare, che valga una stagione, o al limite di un manuale di istruzioni, perchè una vita intera è troppo lunga e un secondo, quello giusto, ci può bastare. o al limite datemi gli occhi di un bambino, che il mondo lo sa ancora guardare, che il mondo lo sa ancora ascoltare.
forse sono un pazzo. ma ho soltanto capito che anche se non ho vinto almeno non ho mai mollato, non ho solamente partecipato. e adesso a te che mi dirai ‘non sei nessuno’, ricordati, io un nome ce l’ho, e saprò sempre chi sono.
e se amare è un reato, tu condannami pure, tocca il mio unico peccato, eh già, perchè mi hanno detto che svegliare è peccato e da allora lo giuro, lo giuro..non mi son più svegliato.’
To Tumblr, Love Pixel Union